Nuovo logo per la società A.S.D. Pallonistica Subalcuneo

Ad un mese dall'esordio stagionale, la società Pallonistica Subalcuneo annuncia un ulteriore ed importante tassello nel suo cammino di rilancio e rinnovamento della disciplina nel capoluogo della Granda.

Nel 2015 la quadretta cuneese prenderà parte, per la sessantaseiesima volta nella propria storia, al campionato di massima serie di pallapugno: un traguardo di assoluto prestigio che conobbe la prima grande gioia sportiva già nel lontano 1927, con lo scudetto firmato da capitan Marenco.

Una nuova stagione si aprirà però con un'assoluta anteprima: la dirigenza di via Carlo Boggio ha deciso di proseguire il cammino avviato nella scorsa stagione, procedendo con il lancio di un nuovo logo societario.

«Il nuovo logo – afferma Agostino Toscano, presidente della Subalcuneo – sarà per noi simbolo di una rinascita rivolta soprattutto verso le nuove generazioni. L'aquilotto, simbolo della nostra indiscutibile tradizione alpina, verrà riprodotto anche in veste di mascotte: una presenza divertente all'interno dello sferisterio di Piazza Martiri della Libertà, un motivo in più per venire ad applaudire i giocatori che difenderanno i colori della nostra Città. La serie A sarà nuovamente capitanata dal giovane Federico Raviola, affiancato da Davide Arnaudo, Andrea Giraudo ed Enrico Unnia: una quadretta fortemente cuneese, con un mix tra esperienza ed aspirazione. Il nostro intento, infatti, è quello di radicare maggiormente il legame con il territorio, proseguendo anche il lavoro capillare del progetto “Pallapugno e scuola” che vede coinvolti gli istituti didattici del capoluogo, grazie alla collaborazione con la Federazione Italiana Pallapugno ed il Provveditorato agli Studi. Una sfida che stiamo sviluppando anche grazie all'indispensabile appoggio delle istituzioni, in primis la Città di Cuneo».