Serie A: Acqua S.Bernardo Bre Banca sconfitta in finale

Lo scudetto va all'Araldica Castagnole Lanze
Raviola: “Siamo stati un grande Gruppo. Grazie a tutti”

L'epilogo del campionato italiano di serie A di pallapugno, e più in generale dell'intera stagione pallonistica, è andato in scena sabato pomeriggio presso lo sferisterio “Città di Cuneo – Francesco Capello” di piazza Martiri della Libertà. Un impianto gremito in ogni ordine di posto con tifosi provenienti da tutta la regione e dalla Liguria per assistere al ritorno della finale tra Acqua San Bernardo Bre Banca Cuneo e Araldica Castagnole Lanze, approfittando della bella giornata di sole, la classica 'estate di san Martino'.

Dopo il doveroso omaggio alla quadretta di serie C1, fresca vincitrice del titolo italiano, l'evento ha preso il via con l'emozionante esecuzione dell'Inno d'Italia. Pronti via e l'Araldica mette a segno un parziale di 0-4. Raviola e compagni tentano di rientrare, ma al riposo il divario è si 3-7. Nella ripresa si prosegue con un gioco per parte sino al 5-9 quando Vacchetto accusa crampi. Cuneo avvia la rimonta, ma sul 9-8, 40 pari i padroni di casa mancano l'aggancio, offrendo così agli ospiti la possibilità di chiudere match e campionato sul punteggio di 8-11.

«Sabato pomeriggio – dichiara capitan Federico Raviola - si è conclusa definitivamente la stagione 2016. Non è finita come speravo, e non nego che oggi brucia ancora di più! E' stato comunque un anno meraviglioso. Dopo la partita ho ricevuto tantissimi messaggi e chiamate da parte di molte persone di ogni età, tutte in un modo o nell'altro legate a me e alla squadra da una stessa passione: per questo vi ringrazio. In realtà sono io a voler ringraziare pubblicamente molte persone che mi hanno reso questa stagione Speciale, a partire da tutti coloro che hanno “lavorato" con me sul campo: grazie ai miei compagni Davide, Enrico, Luca, a Daniele e Danilo, al nostro mister e condottiero Giuliano Bellanti, ai nostri fisioterapisti (Enrico, Samuele e Lorenzo), ai preparatori atletici (Prof. Sasso e Prof. Calcagno), al Dott. Villa e al suo Staff Medico (Antonino Rimbici), grazie a Paolo Tonda, Dario Aimo e Alessandro Cecilia. Grazie al tuttologo e tuttofare Lorenzo Terreno ed alla sua Armata Bianco Rossa, grazie a Simone Anselmo ed Ermanno Brignone per tutto il lavoro dietro alla quinte. Grazie agli addetti stampa Paolo Cornero e Andrea Falcetti, che hanno trascorso più week-end con noi che con le loro Famiglie. Grazie ad Agostino Toscani, Luca Selvini e tutti i membri e dirigenti della Pallonistica Subalcuneo e della Sport in Cuneo. Grazie alla mia Famiglia per il tempo speso per me. E, infine, grazie ad Antonio Biella, direttore generale dell'Acqua San Bernardo, main sponsor, ma soprattutto 'unodinoi': vederti allo sferisterio a tifare in "curva" in mezzo ai ragazzini, ha dimostrato che della pallapugno hai già capito tutto! Siamo stati un grande gruppo. Arrivederci al 2017».

La stagione 2016 della pallapugno cuneese si chiude con un secondo posto conquistato nella massima serie, un titolo tricolore ed una Coppa Italia conquistati dalla serie C1, la finale del Trofeo Fipap conquistata dai Pulcini e la semifinale centrata dalla compagine femminile. Un resoconto che rende fiera del proprio operato la società di via Bassignano, pronta a gettare le basi per un altrettanto emozionante 2017.

Ecco nel dettaglio i risultati:

Serie A Trofeo Cantine Manfredi Play off
Finale
Araldica Castagnole Lanze-Acqua San Bernardo Bre Banca Cuneo 11-4, 11-8.
Araldica Castagnole Lanze Campione d'Italia