LA NOSTRA STORIA (1927-2018)

La storia della Pallapugno a Cuneo conta la partecipazione di una squadra in serie A per ben 70 campionati, il primo scudetto venne vinto nel lontano 1927 con Marenco capitano, da allora hanno vestito la maglia Cuneese campioni del calibro di Allemanni, Defilippi, Bertola, Berutti, Aicardi, Bellanti, Danna, Giribaldi e Corino tutti battitori pluri scudettati.

Nel 2013 la societa’ ha fatto per l’ennesima volta una scelta coraggiosa e futuristica investendo su di un ragazzo di appena 19 anni, Federico Raviola ,talento emergente della Pallapugno che gia’ due anni prima era approdato alla semifinale del campionato Italiano di Pallapugno serie A. 

Gli è stato affiancato  Michele Giampaolo sicuramente la migliore spalla di sempre e dei terzini di grandissimo valore ed esperienza quali Andrea Lanza, Enrico Unnia ed Alessandro Gregorio. I risultati sono subito arrivati con un’ottima prima fase che ha portato la squadra a disputare i Play off. Nella seconda fase, grazie a grandi prestazioni collettive, siamo arrivati ad un passo dal passaggio diretto in semifinale, passaggio poi risucito con la disputa di due entusiasmanti spareggi contro la Virtus Langhe e contro la Pro Paschese, che hanno entusiasmato il numeroso pubblico arrivato nelle sferisterio cuneese. Nella semifinale  dopo oltre quattro ore di grande spettacolo con un pizzico di sfortuna abbiamo perso contro la Canalese, laureatasi poi, Campione d’Italia 2013.

La terza stagione cuneese di capitan Raviola è coincisa con la storica finale conquistata alla 'bella' proprio contro la Canalese di Bruno Campagno. All'ultimo atto della stagione 2016, però, la Castagnolese di capitan Vacchetto ha alzato lo scudetto al cielo in uno sferisterio "Capello" gremito come non mai. La storia recente (2017) parla di una semifinale persa alla 'bella' con Campagno.

Per il 2018 l'Acqua San Bernardo UBI Banca Subalcuneo potrà nuovamente contare sulle prestazioni in battuta di Federico Raviola, alla sua quinta stagione cuneese. Al suo fianco l'esperienza di Paolo Danna, Enrico Rinaldi e Gabriele Re. In panchina confermato anche il direttore tecnico Giuliano Bellanti. Completano ed impreziosiscono lo staff il prof. Mario Sasso, responsabile settore tecnico, ed il prof.  Roberto Calcagno, preparatore sala pesi, il dott. Carlo Ripa, medico societario, i fisioterapisti Samuele Porfido, Enrico Marino e Lorenzo Bergese, l'accompagnatore, addetto al campo ed ascoiugapalloni Candido Addis.

La Subalcuneo non parteciperà solamente al campionato di seria A ma sta allestendo un settore giovanile di primaria importanza, linfa vitale per la società. Parteciperemo sicuramente nelle categorie C1, con il promettente Andrea Daziano in battuta, Juniores, due squadre di Allievi, Esordienti, Pulcini, Promozionali oltre al proseguimento della Subalcuneo Pallapugno School. A tutto ciò va aggiunto il 'tocco rosa' della nostra quadretta femminile, vero e proprio fiore all'occhiello della nostra società.